yoga- post -parto

Articolo a cura di Anna Leo, insegnante di Yoga

Praticare Yoga può essere un grande momento di benessere e un alleato importante anche nella fase delicata del post parto, non solo per trovare spazio per te stessa, abbassare i livelli di cortisolo e quindi favorire uno stato di calma e lucidità, ma anche per ritrovare con gentilezza il movimento nel corpo dopo un cambiamento così grande per il corpo di noi donne. Quindi sì alla pratica di Yoga post parto, ma con tutte le accortezze e le attenzioni necessarie.

Continua a leggere per approfondire!

QUANDO COMINCIARE YOGA NEL POST PARTO

Il momento del post parto è uno dei più delicati nella vita di una donna. Il corpo si ritrova a dover riformulare i propri spazi, riprendere consapevolezza della propria fisiologia, gli ormoni sono completamente differenti e anche qui abbiamo bisogno di tempo per ritrovare uno nuovo assetto. Il consiglio generale è quello di aspettare i canonici 40 giorni per una visita ginecologica e ostetrica, ma in realtà se si è avvezzi alla pratica e si approcciano posizioni di yoga dolci, si può cominciare anche poco dopo il parto ( e questo dipende anche dall’esperienza che abbiamo vissuto). Faccio riferimento a tutte quelle posizioni più statiche come savasana (il rilassamento) o le meditazioni accompagnate da esercizi di respirazione. Meditazione ed esercizi di respirazione possono supportare nell’equilibrio ormonale e soprattutto nel diffondere uno stato di calma mentale che ci aiuterebbe anche nella gestione della maternità.

I VANTAGGI DI COMINCIARE YOGA NEL POST PARTO

In un momento così vulnerabile per la vita di una donna è ancora più importante ritagliarsi degli spazi e momenti per se, per non essere sopraffatte dalla stanchezza e soprattutto per sentire di potersi prendere cura di se. Lo Yoga tra l’altro è grande alleato del perineo e del core: è possibile infatti con esercizi mirati lavorare sul tono muscolare che naturalmente di perde durante la gravidanza.E’ assolutamente fisiologico inizialmente avere un pavimento pelvico poco tonico, proprio perché per tutti i 9 mesi della gravidanza è stato sovraccaricato dal peso della pancia. Anche avere i retti addominali separati e magari “sporgenti” è una situazione fisiologica dei primi mesi post parto che probabilmente conosci con il termine “diastasi”. Alcuni esercizi di respirazioni e alcune posizioni di Yoga possono venirci in supporto in modo gentile nella ripresa del nostro corpo. 

esercizi-yoga-dopo-parto

POSIZIONI E MOVIMENTI DA EVITARE

Almeno per i primi 6 mesi non si possono seguire tutte le lezioni di Yoga che si possono trovare online e offline, ma bisogna fare attenzione ad alcuni movimenti:

1 Evita inarcamenti

Bisogna ad esempio evitare gli inarcamenti (posizione del cobra, posizione di apertura del petto) perché non faresti altro che aumentare lo spazio tra i retti addominali. Per il primo periodo e per migliorare la tua diastasi devi assolutamente lavorare con la ginnastica ipopressiva e con isometria (esempio il plank). Questo è un modo corretto per rafforzare l’addome e anche i muscoli erettori della colonna, che oltre a fornirti una postura corretta, ti aiutano anche a tenere il tuo cucciolo in braccio mantenendo una postura più corretta. 

2 Evita tutti gli esercizi di crunch

Sempre per la tua diastasi evita tutti gli esercizi di crunch, di piegamenti con l’addome: non solo peggiorano “la pinna” dovuta alla diastasi, ma comunque fidati che è sufficiente fare esercizi di ipopressiva tutti i giorni per avere un addome tonico.

3 Evita le torsioni per i primi 3/4 mesi

Puoi anche farle, ma cerca di non renderle troppo profonde. Le torsioni lavorano non solo sulla flessibilità della colonna, ma anche sugli organi interni. Andresti a “strizzare” un utero che è già abbastanza impegnato a tornare nelle sue vesti.

Questi sono i 3 punti da tenere a mente, per il resto goditi il viaggio…divertiti, ridi, rilassati, riprendi confidenza con corpo e respiro. Vedrai che questa luce che porterai dentro di te, potrai condividerla anche con il tuo bambino che ne gioverà tantissimo.

10 MINUTI AL GIORNO PER RITROVARE TE STESSA 

Anche solo 10 minuti al giorno possono aiutare a ritrovare equilibrio corpo-mente in un momento in cui potresti sentirti in “secondo piano”. Ecco una piccola sequenza che potresti inserire tutti i giorni nella tua routine. Vai alla lezione e continua a leggere i miei articoli per sapere tutto sulla pratica di Yoga!

Alla prossima!

Scroll to Top