verdure-bambini

Non fai in tempo ad esser felice perché lo svezzamento è ormai terminato, e, tra alti e bassi, tutto sommato senti di aver raggiunto l’obiettivo che la calma apparente sfuma in un attimo. Insomma, ecco che appena ti rilassi, arriva subito una nuova sfida all’orizzonte: “mamma cos’è quella cosa verde nel piatto?” Verdure e bambini, un binomio spesso complicato, e ti ritrovi ancora una volta a domandarti se stai sbagliando qualcosa!

Ti tranquillizzo subito: molti bambini manifestano fasi di selettività (e di neofobie alimentari), ma si tratta per lo più, di situazioni passeggere e transitorie. Cosa puoi fare nel frattempo, per sopravvivere alla “paura del verde” nel piatto? Vediamolo insieme, continua a leggere!

Verdure e bambini: verde come Hulk?

Il verde è un così bel colore, ma può diventare terrificante per noi mamme quando i nostri bambini iniziano a scartare tutto quello che di verde c’è nel piatto. Spinaci, broccoletti e perfino le povere dolci zucchine, assumono tratti devastanti, soprattutto

Proporre le verdure ai bambini, in verità, è esattamente come proporre altri cibi, almeno all’inizio dello svezzamento o dell’auto-svezzamento (c’è anche chi sceglie lo svezzamento vegetariano sin dall’inizio). Se ci pensi bene, in quella fase fortemente esplorativa e conoscitiva del mondo, i piccini non hanno conoscenze e “competenze” sull’alimentazione solida, che ricordiamolo, resta alimentazione complementare al latte, che resta l’alimento principale di nutrimento almeno fino all’anno di vita (linee e indicazioni dell’OMS).

verdure-bambini

È in questa fase cruciale che i bambini apprendono gusti e sapori totalmente nuovi, ma anche consistenze differenti al palato e al tatto. Poi, quando sembra sia stata avviata una buona routine alimentare, può accadere che qualcosa rompa l’equilibrio. Oggi parliamo delle verdure (perché è un classicone che riguarda tanti bambini) ma potrebbe accadere con il pesce, i formaggi, la frutta. Insomma, con qualsiasi altro alimento.

Propongo davvero le verdure ai bambini?

Innanzitutto, prima di capire come offrire le verdure ai bambini, prova a chiederti: propongo le verdure ai bambini? La differenza sembra sottile, ma è netta. Accade spesso, e lo so perché parliamo di alimentazione dei bambini anche in Accademia Mamma, attraverso un confronto costante tra professioniste e mamme, che superata la fase fatidica dello svezzamento, si tenda proporre ai bambini un’alimentazione meno variegata.

A cosa è dovuto? Probabilmente al fatto che vediamo i bambini più grandi e, in un certo senso, “molliamo il colpo” e cediamo di più il passo verso un tipo di alimentazione un po’ meno variegata, e, a tratti, anche meno sana. Compaiono le prime merendine, più cibi conservati, e ci sono meno cibi freschi in tavola.

Qui il problema, non è più la scelta o il rifiuto del bambino, quanto piuttosto la qualità di quello che si porta a tavola. Se le verdure ai bambini le proponi raramente, ci sta che facciano più fatica ad accettare la novità (soprattutto in fascia 2/ 4 anni).

5 Consigli per proporre le verdure ai bambini:

1 Non ti arrendere!

Anche se i bambini continuano a rifiutare le verdure, spesso senza neanche assaggiare, continua a proporle con costanza, vedrai che pian piano inizieranno da piccoli assaggini e bocconi, fino ad arrivare a gradirle. Proporre non è costringere, e andiamo al punto successivo.

La costanza paga? Ebbene questo è un caso in cui ti direi proprio di si. Infatti, come già sai, i bambini sono anche abitudinari, e una volta che si abituano ad una routine (che qui sarebbe alimentare) l’abbracciano più facilmente.

2 Non insistere

Costringere i bambini a mangiare le verdure, o qualsiasi altro alimento non è mai una buona cosa perché rischi che il bambino associa al cibo un momento di difficoltà e quindi con accezione negativa. Allo stesso modo, finiresti tu stessa per demonizzare le verdure, e non lo aiuteresti nella fase esplorativa e conoscitiva del piatto (scopri perché far mangiare i bambini con le mani durante lo svezzamento?).

far-mangiare-verdure-bambini

3 Coinvolgi tutta la famiglia

Ricordati che siete una squadra, e come tale dovrete agire, anche riguardo all’alimentazione. Che vuol dire? Che se le verdure sono solo nel suo piatto fiuterà che c’è qualcosa di strano. Se le verdure non fanno parte anche dell’alimentazione di tutto il resto della famiglia, mamma e papà inclusi, i risultati non saranno mai quelli sperati.

I nostri figli sono super imitativi, te ne accorgi durante i giochi (imitano le cose che facciamo noi), nel linguaggio… e perché lo stesso non dovrebbe valere anche a tavola?

4 Rispetta il gusto

Detto questo dobbiamo anche provare a discernere tra quello che non piace davvero e quello che non ha mai provato ma scarta solo perché è verde. In questo caso occorre rispettare le scelte di gusto, posto che con il tempo (come forse è stato anche per te da piccola), alcuni cibi ci risulteranno più graditi, altri resteranno comunque nella lista nera delle preferenze.

5 Prova combinazioni diverse

Forse ti stupirà sapere che, a volte, potrebbe essere utile proporre le verdure (ma anche questo vale per tutto) con differenti preparazioni. Perché magari non le amano grigliate, ma ben venga passato e riso, o viceversa. I bambini ci stupiscono sempre, e poi succede che per qualche motivo, ci sono pietanze che li attraggano meno sin dall’impatto visivo, poi dalla consistenza e infine dal sapore.

È il caso di dire tentar non nuoce! O no?

I mai più senza delle verdure per bambini a tavola:

Cosa fare quindi per far mangiare le verdure ai bambini senza stress? Togliere totalmente lo stress non posso prometterlo, anche perché è una cosa su cui devi lavorarci tu per prima, ma ti lascio ulteriori dritte, i miei mai più senza:

  • verdure a tavola, ad ogni pasto (alternandole);
  • variare le cotture e le preparazioni;
  • verdure anche per te, anzi, tutti voi;
  • verdure di stagione;
  • rispettare tempi e gusti dei bambini.
cucinare-verdure-bambini-piccoli

Ma non ho tempo di preparare sempre verdure!

A parte che ti basta organizzare il meal prepping settimanale e avrai verdure pronte per giorni, ma anche a cadenza diversa sarà sufficiente abbondare con le preparazioni e conservare le verdure in frigorifero e freezer, in appositi contenitori.

Inoltre in commercio trovi ormai di tutto:

  • dal fruttivendolo di fiducia spesso trovi verdura tagliata, pulita e divisa in mazzetti (anche il minestrone fresco);
  • tra i congelati nel supermercato c’è ampia scelta di marche con verdure da ripassare in padella o pronte;
  • anche nel banco frigo ci sono i bustoni di erbette e verdurine varie tagliate.

Io ti invito a riflettere perché il tempo è spesso una scusa che ci diamo per non agire al meglio (se hai bisogno di supporto corri a vedere i miei percorsi di parent coaching personalizzati).

Idee per preparare le verdure ai bambini?

Le idee non mancano e navigando nel web trovi chicche davvero carine, dai:

  • saccottini di verdure;
  • muffin;
  • risotti vari;
  • polpette e burger;
  • spinacine;
  • passati vari;
  • cous cous o riso basmati.

O anche semplicemente come contorno e accompagnamento.

Non impazzire, imparerà

Non impazzire, ti assicuro che imparerà ad apprezzare delle verdure, e a preferirne alcune rispetto ad altre, probabilmente non sarà un cambiamento immediato, ma percettibile nel tempo, e solo un po’ alla volta.

bambino-verdura-fresca

Come ho sempre detto anche a proposito dello svezzamento, non sottovalutare mai l’importanza del fattore emotiva. Se vivi tu per prima i pasti con estrema tensione la trasmetterai a tuo figlio. Questa per le verdure è una guerra che va combattuta strategicamente, un assaggino alla volta, una preparazione alla volta. Si va anche per tentativi e per priorità, che in questo caso è proporre un’alimentazione variegata e bilanciata, per i piccoli ma anche per i grandi.

Contattami e raccontami le tue difficoltà!

Torna su