Quando vuoi diventare mamma, ma la gravidanza non arriva al termine | BabyLoss 2019

Nell’immaginario comune quando una coppia decide di avere dei figli la gravidanza è una conseguenza immediata.

Più vado avanti negli anni più mi rendo conto quanto di poco immediato ci sia nella procreazione e nel concepimento, quante coppie lottano da anni per poter diventare genitori, e io, che mamma lo sono diventata quasi per caso, non posso che soffermarmi e riflettere profondamente davanti a queste situazioni.

Oggi ho deciso di condividere con voi l’esperienza di una mamma speciale, una mamma che ha lottato e ce l’ha fatta. 

L’esperienza di Beatrice (nome fittizio) vuole essere un faro di speranza per tutte quelle mamme che ci stanno provando ma che ancora non stringono tra le loro braccia un bambino, vuole essere un modo per far capire a chi c’è passato che non siete sole e infine vuole essere un input, non critico ma propositivo, agli operatori sanitari per dare il meglio anche davanti a casi così complessi e delicati.

Lutto perinatale: rompiamo il silenzio!

Conosci qualcuno che ha perso un bambino in gravidanza? Io si purtroppo…

La prima volta che ho sentito parlare di lutto perinatale ero una studentessa in tirocinio nel reparto di ostetricia. Quella mattina una mamma aveva perso il suo bimbo a 15 settimane di gestazione.

Ricordo perfettamente il suo sguardo straziato, gli occhi pieni di lacrime e il cuore spezzato che le batteva nel petto.

Ricordo il mio senso d’impotenza, il mio non riuscire a guardarla negli occhi, il mio desiderio di abbracciarla e piangere con lei.

Torna su