Quando si parla di fascia porta bebè, anche per chi non è ancora entrato a far parte del mondo del babywearing, ci si riferisce spesso a una fascia elastica, in quanto sono più commercializzate ed più semplice trovarle in qualche negozio di paese.

Se poi la mamma fa uno step in più si informa probabilmente on line, e ricerca una buona fascia elastica.


710Q5Sd-tyL._SL1200_.jpg

Oggi vi parlo quindi di cos’è una fascia porta bebè (elastica) e di quali caratteristiche ha, in modo che alle fine di questo articolo abbiate gli strumenti per capire se è un supporto che fa per voi e soprattutto come sceglierne una di qualità.

COS’E’


esempio di legatura PWCC

esempio di legatura PWCC

La fascia elastica è una fascia di cotone tessuto in trama elastica che permette di portare i bambini in un’unica legatura (PWCC) fino ai 7 kg circa.

A seconda delle marche il tessuto è più o meno elastico. In commercio ci sono anche tessuti misti con fibre sintetiche (elastan) che dona elasticità, ma io personalmente lo sconsiglio, soprattutto durante il periodo estivo.

Sulla fascia non sono presenti fibbie o nodi preconfezionati. L’unica cosa che troviamo è un’etichetta che ne identifichi la metà.

I PRO DELLA FASCIA ELASTICA

  • Estrema morbidezza

  • Ritorno del tessuto che crea una pressione di contenimento sul neonato che ha effetto calmante

  • Non è spessa e quindi non si rischia vi sia troppo tessuto sotto il cavo popliteo del bambino

  • Essendo sottile e con un pannello non eccessivamente alto, permettono anche a una mamma neofita di poter imparare a legare molto facilmente

I CONTRO DELLA FASCIA ELASTICA

  • Ha un’unica misura (lunghezza) quindi avanza spesso molto tessuto

  • Si può legare unicamente con una legatura in 3 strati

  • Intorno ai 7 kg lo scarico del peso non è più ottimale e non dà più un adeguato contenimento al bambino che tende a “scendere”

COSA NE PENSO

Personalmente ritengo che la fascia porta bebè elastica sia un ottimo strumento per iniziare a portare se il nostro bambino è ancora piccolo.


Fascia Manduca

Fascia Manduca

Se scegliamo una fascia 100% cotone tessuta in Jersey elasticizzato non avremo problemi di eccessivo caldo l’estate, non più che con una fascia rigida.

Ci sono mamme che non la prendono in considerazione perché non è possibile usarla per tutto il percorso babywearing, ma il mio consiglio è quello di comprarne una usata a un prezzo modico, di prenderla a noleggio o di comprarla e poi rivenderla quando non sarà più possibile usarla. E’ importante non escluderne l’utilizzo a priori perchè con i neonati, soprattutto se prematuri, ha una resa ottimale.

Il percorso del portare non ha molto senso se si pensa troppo al futuro, la cosa migliore è guardare al “qui e ora” in modo da valutare al meglio le necessità del proprio bambino.

COME CAPIRNE LA QUALITA’

La maggior parte delle fasce elastiche che si trovano in negozi per bambini non hanno una gran qualità.

Tradotto in pratica gli orli tendono ad arricciarsi e rendono difficile legarla, contengono tessuto sintetico e cedono facilmente.


fascia-elastica-portabebe-boba-origami-circles.jpg

Le marche che finora ho testato e di cui posso dirmi soddisfatta sono:

  • Lenny Lamb

  • Manduca

  • Hoppediz

  • Neko

Dato che non si trovano facilmente in negozi fisici, vi consiglio i negozi on line “L’albero di Amy” e “Ma come mi vesti”. Sabina e Daniela le conosco personalmente, oltre ad essere rivenditrici sono anche consulenti babywearing e sapranno consigliarvi il supporto migliore per voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su