mamma-affettuosa

La gelosia nei bambini, in particolare nei confronti della mamma, è un fenomeno diffuso e profondamente radicato nei bambini. Questo sentimento può scaturire o sembrare più visibile in molteplici situazioni, come l’arrivo di un nuovo fratellino o sorellina, o durante specifiche fasi di sviluppo emotivo. Di bambini gelosi della mamma ce ne sono tanti, e non è un problema, a patto che questa gelosia, venga riconosciuta e gestita correttamente. Il vero rischio? Potrebbe portare a tensioni familiari e confondere il bambino.

Quando un bambino si sente geloso, spesso non ha gli strumenti per esprimere o comprendere pienamente i propri sentimenti. Questa incapacità di comunicare può trasformarsi in comportamenti problematici, come ritiri emotivi, aggressività o regressione a comportamenti più infantili. Per i genitori, assistere impotenti a questi cambiamenti può essere fonte di grande preoccupazione e stress, creando un circolo vizioso di tensione e incomprensione all’interno della famiglia.

Fortunatamente, ci sono strategie efficaci che i genitori possono adottare per gestire e prevenire la gelosia nei bambini. Riconoscere i segnali precoci di gelosia, comunicare apertamente e con empatia, e assicurare un trattamento equo e amorevole a tutti i figli, sono passi fondamentali per costruire un ambiente familiare equilibrato e sano. Inoltre, insegnare ai bambini a esprimere i propri sentimenti in modo costruttivo e fornire loro l’attenzione individuale di cui hanno bisogno può aiutare a mitigare i sentimenti di gelosia e promuovere un legame familiare più forte e armonioso.

Disclaimer: questo articolo è puramente informativo. Per avere una consulenza è necessario rivolgersi alle figure competenti: psicologhe/i e psicoterapeute/i.

Cos’è la gelosia dei bambini e come si manifesta?

La gelosia nei bambini, parliamo della fascia d’età 2-6 anni, è un sentimento complesso che emerge come reazione alla percezione di una minaccia alla loro esclusiva relazione affettiva, specialmente con i genitori. Questo concetto è ampiamente esplorato nel libro “Understanding Children’s Emotions” di Dr. Peter Blake, che esamina come i bambini sviluppano e gestiscono le emozioni in tenera età.
Secondo Blake, in questa età, il bambino sta sviluppando il proprio senso di sicurezza e identità, e l’arrivo di un nuovo fratellino o sorellina può essere vissuto come una competizione per l’attenzione e l’affetto dei genitori.

La gelosia infantile nei confronti della mamma: radici nell’attaccamento e bisogni primari

I bambini sviluppano spesso un forte senso di gelosia nei confronti della mamma, un fenomeno radicato nel profondo legame di attaccamento che si forma fin dai primi giorni di vita. Questo attaccamento è fondamentale per la sopravvivenza del bambino, poiché la mamma è la principale fonte di soddisfazione dei suoi bisogni primari: nutrimento, sicurezza, conforto e amore.

Man mano che il bambino cresce, questo legame si evolve, ma la mamma rimane una figura centrale nel suo mondo emotivo. Quando si verifica un cambiamento nella dinamica familiare, come l’arrivo di un nuovo fratellino o sorellina, il bambino può percepire questo evento come una minaccia al suo rapporto esclusivo con la mamma.

Questa percezione scatena la gelosia, che è in realtà una paura di perdere l’amore e l’attenzione che ha sempre ricevuto. È importante comprendere che la gelosia è una reazione naturale e un segno dello stretto legame affettivo che il bambino ha con la madre. I genitori possono aiutare il bambino a gestire questi sentimenti rassicurandolo sull’inesauribile natura dell’amore familiare e mostrando che ci può essere un equilibrio nell’affetto e nell’attenzione dedicata a tutti i figli. È possibile guidare il bambino attraverso questo periodo di adattamento, aiutandolo a comprendere che l’arrivo di un nuovo membro della famiglia non diminuisce l’amore che riceve, ma piuttosto lo arricchisce (scopri le mie consulenze di parent coaching).

bambini-gelosi-mamme

Come accorgersi dei bambini gelosi della mamma?

In realtà lo noti subito, perché la gelosia si manifesta in vari modi:

  • il bambino può diventare più attaccato alla mamma o al papà;
  • mostrare comportamenti regressivi come il pianto frequente o il ritorno a comportamenti da neonato (come il succhiare il pollice o fare la pipì a letto);
  • oppure può agire con aggressività verso il nuovo fratellino o sorellina o verso il papà.

Blake sottolinea che la gelosia è una reazione naturale e un passaggio normale nello sviluppo emotivo dei bambini, ma richiede un’attenzione e una gestione sensibile da parte dei genitori per assicurare che il bambino si senta amato, sicuro e valorizzato all’interno della dinamica familiare in cambiamento.

7 strategie gestire i bambini gelosi delle mamme

Per affrontare la gelosia nei bambini, specialmente quando è diretta verso la mamma, i genitori possono adottare diverse strategie efficaci:

1 Tempo di qualità individuale

Dedicare del tempo esclusivo a ciascun figlio può aiutare a ridurre i sentimenti di gelosia. questo significa avere momenti uno-a-uno con ogni bambino, dove possono sentirsi ascoltati, capiti e speciali. I bambini gelosi della mamma apprezzano prima di tutto il tempo da trascorrere n esclusiva con lei.

2 Comunicazione aperta

Parlare apertamente dei sentimenti è fondamentale. incoraggiare il bambino a esprimere le sue emozioni e ascoltarlo attivamente può aiutare a comprendere la radice della sua gelosia e a trovare soluzioni insieme.

3 Rassicurazione costante

Rassicurare il bambino sul fatto che l’amore dei genitori non è limitato e che c’è abbastanza affetto per tutti i membri della famiglia è cruciale. è importante che il bambino senta che il suo posto nella famiglia è sicuro e inalterato.

4 Incoraggiare l’interazione positiva

Promuovere attività che coinvolgano sia il bambino geloso che il fratellino o la sorellina può aiutare a costruire un legame tra loro. questo può includere giochi condivisi o attività di famiglia che incoraggiano la cooperazione e la comprensione reciproca.

5 Stabilire e mantenere le routine

Mantenere una routine costante può fornire un senso di sicurezza e prevedibilità, che è particolarmente importante in un periodo di cambiamento come l’arrivo di un nuovo fratello.

6 Riconoscimento e valorizzazione

Celebrare i successi e le qualità uniche di ogni bambino aiuta a costruire la loro autostima. è importante mostrare apprezzamento per le loro individualità, evitando confronti tra fratelli.

7 Supporto professionale se necessario

Se la gelosia diventa eccessiva o persistente, potrebbe essere utile cercare il supporto di un professionista, come uno psicologo infantile, che può fornire strategie personalizzate e supporto.

Abbracciare il cambiamento un passo alla volta

In conclusione, la gelosia nei bambini, specialmente nei confronti della mamma, è un sentimento che riflette il profondo legame di attaccamento e la paura di perdere l’esclusività dell’affetto materno. È un passaggio cruciale e allo stesso tempo normale, nel percorso di crescita di ogni bambino, che richiede pazienza, comprensione e un approccio amorevole da parte dei genitori.

Come disse il celebre psicologo Bruno Bettelheim,“L’arte di essere genitori consiste nel saper trasformare i sentimenti negativi in lezioni positive.” Questo viaggio emotivo può essere un’opportunità per insegnare ai bambini il valore dell’amore condiviso e dell’accettazione dei cambiamenti. Attraverso il dialogo, la rassicurazione costante e la valorizzazione di ogni singolo figlio, i genitori possono guidare i loro bambini attraverso la gelosia, trasformandola in un’esperienza di apprendimento che rafforza i legami familiari e prepara il terreno per relazioni future sane e amorevoli.

Ti è stato utile questo contenuto? Seguimi anche su YouTube e iscriviti al mio canale: Irene Vaticano.

Scroll to Top